Via Scarlatti

Via Scarlatti, e in particolare il tratto di strada compreso tra piazza Vanvitelli e l'incrocio con via Luca Giordano, rappresenta oggi decisamente il cuore commerciale del quartiere Vomero.

Via Scarlatti, fotografata in un sabato mattina invernale (2005)
L'isola pedonale di via Scarlatti, area di shopping e di passeggio

Destinata esclusivamente al transito pedonale dalla metÓ degli anni '90, via Scarlatti Ŕ un frequentatissimo "corso" in lieve pendenza, su cui si affacciano le numerosissime vetrine dei principali negozi del quartiere. Gli edifici risalgono per la maggior parte alla fine dell'Ottocento, e, tranne poche eccezioni (palazzi di "Coin", della "Benetton" e Galleria Vanvitelli), hanno resistito alle speculazioni edilizie della seconda metÓ del Novecento. Nel 1958 la strada fu collegata, attraverso un ponte, alla nascente via Cilea, mentre nel 2002 la parte superiore della strada Ŕ stata dotata di un sistema di scale mobili, che agevola l'accesso all'area di San Martino.

Veduta notturna di via Scarlatti, in una sera di pioggia (marzo 2005)
Veduta di via Scarlatti in una sera di pioggia

Singolare la vicenda legata alla pedonalizzazione della strada: all'epoca in cui il provvedimento fu proposto ed attuato, i commercianti dell'area si opposero tenacemente, temendo una forte perdita di clientela con l'allontanamento del traffico veicolare; a molti anni di distanza, non ci sono invece dubbi che si Ŕ trattata di una scelta vincente, che ha fortemente valorizzato l'area, i negozi, gli edifici, ed ha garantito un'isola di quiete alle passeggiate dei cittadini.


Vedi Mappa della zona
Torna a Architettura e Urbanistica
Torna a Home Page