ABRIL

6/4/02     E rieccoci qui! Il viaggio di ritorno a Tarragona stavolta Ú stato ancora pi˙ faticoso: partenza da Roma, tanti chili di roba estiva nelle valigie, brutto tempo, condizioni di salute precarie, e una lunga sequenza di mezzi di trasporto da prendere e di coincidenze saltate! Tuttavia alla fine ce l'abbiamo fatta! Ed Ú stata dura allontanarci da casa, dopo le belle vacanze passate in Italia, con tutti gli amici e i parenti....   Appena arrivati, poi, una bella fregatura: eravamo stati invitati, giß dall'Italia, a una festa di compleanno di una ragazza di qui, Davinia; sapevamo che dovevamo andare a mangiare in un ristorante, e giß ci eravamo esaltati, noi come gli altri italiani invitati, perchÚ pensavamo che si trattasse del ristorante dello zio, e che dunque avremmo mangiato tanto, bene e soprattutto cucina tipica spagnola. Invece... le cose sono andate cosÝ: ci siamo incontrati sulla Rambla, e la "festeggiata" ci ha portato in un ristorante italiano (dopo 20 giorni di cucina italiana "vera"!); abbiamo mangiato uno schifo, e, alla fine, Ú arrivata la sorpresona: portato il conto, abbiamo scoperto che qui non esiste l'usanza di offrire al proprio compleanno, e cosÝ, oltre al regalo che le avevamo fatto, ci abbiamo rimesso pure i soldi della cena! E' bello festeggiare il proprio compleanno, qui in Catalogna...

7/4/02      Daniele a letto con la febbre (38 e mezzo)

11/4/02   Stasera c'Ú stata una festa a casa di ElÚna, la ragazza scozzese! Eravamo un sacco di gente, e alla fine siamo andati tutti al puerto a ballare (nonostante la pioggia).

13/4/02   Altra festa Erasmus: stavolta da Peppe e Fabio (come a marzo). Anche qui eravamo tantissimi, e anche stavolta dopo la festa siamo andati tutti insieme al porto.

14/4/02   Non era una bella giornata: cielo nuvoloso, molto vento, ma alla fine al pic-nic domenicale sulla spiaggia non abbiamo rinunciato. Non Ú durato perˇ molto, alla fine il freddo ha avuto la meglio e siamo andati tutti a rifugiarci da Fleca Flaque.

17/4 - Dopo un pomeriggio di studio di gruppo e di tennis, questa sera siamo andati a cinema con Kati, Giampaolo e Leandro a vedere "La Maquina del Tiempo".

18/4 - Giornata a Salou. Abbiamo raggiunto in autobus la localitÓ pi¨ turistica della Costa Daurada, e vi abbiamo passato la mattinata e il pomeriggio: passeggiata sull'ampio e assolato lungomare, a mangiare la paella di fideuas (una variazione della paella, tipica della Catalogna, fatta con pasta, una specie di spaghetti corti), un paio d'ore sulla bella spiaggia e infine in giro per i negozi delle tante strade che d'estate sono popolate da migliaia di turisti. Tornati a Tarragona, saremmo dovuti andare a una festa a casa di ragazzi di Reggio Emilia... ma, stremati, ci siamo addormentati e non ce l'abbiamo pi¨ fatta a svegliarci!

19/4 - Oggi, "por la noche", siamo usciti con Pilar (una ragazza di qui, conosciuta all'universitÓ, e che proprio oggi ha saputo di venire a fare l'Erasmus a Napoli l'anno prossimo) e con i suoi amici: prima siamo andati a "tomar algo" (bere qualcosa) in un bar vicino alla Rambla, poi a ballare in un paio di locali del porto, e infine al "Totem", la discoteca che sta al centro di Tarragona. E verso le 5 (troppo presto, secondo loro!) siamo tornati a casa.

20/4 - Come prima fase delle "celebrazioni di San Daniele", a pranzo siamo andati al ristorante giapponese; quindi, un paio di ore alla playa a riposarci e prendere un po' di sole.

22/4 - Un onomastico passato tutto il giorno all'UniversitÓ... ma con la bella "festa a sorpresa" in chat con gli amici di Napoli. E poi, la sera, una cena speciale con Paola.

23/4 - Dia de San Jordi! E' il santo patrono della Catalunya, ma nel resto di Spagna si dice che, dato che la cosa migliore che sanno fare i catalani Ŕ "trabajar", questa festa la passano lavorando... morale della storia: la mattina all'universitÓ e il pomeriggio al corso di castigliano. Verso le 19, per˛, ci siamo immersi nella festa: la tradizione vuole che in questo giorno ogni hombre regali una rosa alla sua mujer, e ogni donna un libro al suo uomo; e infatti, sin dalla mattina, la cittÓ era invasa dalle bancarelle (tutte decorate con la bandiera di Catalogna) di rose e libri. La Rambla era calpestata da un fiume di gente, e verso il tramonto c'Ŕ stato il primo spettacolo di "castells" per strada della stagione. Quest'anno, per˛, la festa di San Jordi Ŕ terminata prima del solito, per via di un altro grande appuntamento: "el partido del siglo", la semifinale di Champions League Barcelona-Real Madrid; e noi siamo andati a vederla nel solito bar con maxischermo, assistendo alla gioia dei pur tanti madrile˝i, e alla delusione della maggioranza di tifosi del Barša.

24/4 - Mattinata alla Camera di Commercio di Reus, per una conferenza dal titolo "Cˇmo adaptar la empresa para exportar". Ci aveva spinto a partecipare il professore di Gestiˇn Comercial Internacional, e cosý stamattina ci siamo trovati, tutti gli studenti del corso, sotto l'edificio della Camera di Commercio... e si Ŕ verificato un evento straordinario: le stesse persone che per due mesi ci hanno pressappoco ignorato in classe, misurando col contagocce i contatti con noi -stranieri e Erasmus appestati- ora, lontani dalla facoltÓ, erano tutti gentili, disponibili, aperti e sorridenti. Siamo andati tutti insieme a far colazione in un bar di nome "CaffŔ di Roma" (scelta non casuale), e poi alla conferenza: peccato solo che questa fosse tutta in catalano nonostante la nostra presenza...

25/4    Alle 22, al cinema a vedere "Kate y Leopold".

27/4    Questo sabato sera siamo usciti davvero tardi: ci siamo visti, anche con gli altri italiani, sotto casa di Kati all'una, e poi, dopo una mezz'oretta in un locale in una traversa della rambla, abbiamo raggiunto Pilar e altri ragazzi spagnoli in un discobar del porto. Verso le 3 siamo andati in una discoteca sempre al porto, e abbiamo incontrato altri Erasmus italiani; poi, alle 4 e mezzo, lunga camminata verso casa.

28/4     Finalmente, col bel tempo, possiamo sfruttare un po' il campo da tennis: nel tardo pomeriggio, dopo avere studiato un po', ci siamo visti anche con Gianpaolo e Kati e abbiamo giocato fino al tramonto.


Vedi foto del mese di Aprile